Scoprire la bellezza nel Salento

Il "Parco Culturale Ecclesiale "Terre del Capo di Leuca"" è una realtà innovativa che nasce dal progetto nazionale della Conferenza Episcopale Italiana che, attraverso l'Ufficio Nazionale di Pastorale del Tempo Libero, Sport e Turismo, invita le Diocesi a promuovere presso le proprie comunità locali nuove modalità di valorizzazione del patrimonio culturale, al fine di migliorare la fruizione e di creare occasioni di occupazione qualificata per i giovani".

Terre del Capo di Leuca

Nel territorio del Sud Salento, la Diocesi di Ugento - Santa Maria di Leuca ha promosso l'istituzione del primo Parco Culturale Ecclesiale in Italia: una Fondazione di partecipazione che da inizio 2016 si muove nella direzione di valorizzare il territorio del Capo di Leuca attraverso gli infiniti motivi di bellezza che di seguito proviamo ad illustrare:

La bellezza naturale e selvaggia del Capo di Leuca!
Una terra tra due mari, quasi un ponte che si protende nel Mediterraneo per raggiungere la sponda opposta annullando le distanze e consentendo l’incontro di popoli e culture; una terra innervata dalle “Serre” che precipitano sul versante adriatico creando una costa dal fascino aspro e selvaggio, mentre degradano lentamente verso il mare Jonio formando una costa ininterrotta di dune sabbiose.

La bellezza contagiosa e diffusa del Capo di Leuca!
Non solo la terra e il mare, ma anche i centri abitati, allineati nei piani di minore altitudine, formano un reticolo di case. Posti l’uno accanto all’altro, quasi a formare una città diffusa, sembrano appoggiarsi lungo gli scoscesi dirupi per cercare un ri- paro e la materna protezione della terra, nascondendosi e riparandosi dietro piccole alture ricoperte di alberi e arbusti.

La bellezza creativa e mimetica del Capo di Leuca!
L’arte barocca, in una sorta di frenetica creatività che impegna l’artista a gareggiare con in Creatore, ha cercato di mimare la realtà per ripresentarla nelle volte e negli altari delle Chiese e negli architravi delle case in forme altrettanto luminose e colorate.

La bellezza sentita e vissuta del Capo di Leuca!
La gente, con la sua antica cultura di popolo sempre pronta a cantare, con timbri e voci diverse fuse nell’armonia dell’unico coro, la bella canzone che infonde spe- ranza e inneggia alla vita, alla terra, all’amore.

La bellezza antica e trasfigurata del Capo di Leuca!
Dove l’uomo del Sud può mantenere inalterati i ritmi e le tradizioni del passato e, nello stesso tempo, lasciarsi accarezzare dal soffio di un vento che annuncia le nuove possibilità del tempo presente.

La bellezza magica e religiosa del Capo di Leuca!
Dove la Chiesa può amare l’essenziale e, ogni giorno, lasciarsi trasfigurare dal- l’Amore, coltivando relazioni e proponendo annunci che rendono lieta l’anima e piena di speranza la vita, sulle orme di uno dei suoi figli più belli: il servo di Dio, don Tonino Bello.

Il Parco culturale “Terre del Capo di Leuca” è tutto questo!
Una terra da sempre considerata de finibus terrae, un confine, e che ora sente il brivido di poter diventare ponte, e avverte la chiamata a vivere la sua bellezza come volto rivolto nel Mediterraneo, per additare a tutti coloro che percorrono le sue strade una forma di vita meravigliosa, fatta di incontri, di comunione, di fraternità.

Entriamo in contatto...